Corpi e linguaggi

Il legame figlia-madre nelle scrittrici italiane
del Novecento

Sguardo, corpo, identità, sofferenza: sono alcune delle parole-chiave che Patrizia Sambuco utilizza per interpretare il rapporto figlia-madre nei romanzi di cinque scrittrici italiane del secondo Novecento – Elsa Morante, Francesca Sanvitale, Mariateresa Di Lascia, Elena Ferrante ed Elena Stancanelli.
Ad essere privilegiato è il mondo degli affetti, colto attraverso il linguaggio vivido dell’esperienza e della percezione. Il corpo della madre, e della donna in genere, diviene in queste opere un potente e istintivo strumento comunicativo: proprio tramite la fisicità la figlia-narratrice stabilisce un legame con la figura materna, giungendo nel contempo a una più approfondita costruzione di sé e alla piena consapevolezza della propria identità. Ecco che, grazie a una serie di immagini ricorrenti, viene raccontata una vera e propria “maieutica dell’anima”, punto di partenza imprescindibile in questo percorso di ricerca interiore, attraverso il quale anche l’idea stessa di nascita si riveste di un significato inedito.
Attraverso le coordinate filosofiche del pensiero post-lacaniano di Luce Irigaray e la prospettiva concettuale del femminismo italiano, viene condotta una lettura originale che investe di nuova luce questi romanzi femminili italiani del secolo appena trascorso.

Patrizia Sambuco è docente Cassamarca di Lingua e letteratura italiana e direttrice del Dipartimento di Italianistica della Monash University (Australia). Precedentemente ha studiato e insegnato in Italia, Inghilterra, Scozia. Si occupa di letteratura moderna e contemporanea con particolare attenzione alla scrittura delle donne del periodo che va da metà Ottocento ad oggi. L’analisi del rapporto figlia-madre rappresenta un filone significativo della sua ricerca, confluita nella pubblicazione di saggi su Morante, Di Lascia, Stancanelli. Ha inoltre indagato sulla rappresentazione dello spazio e della città in scrittrici quali Elena Ferrante e Matilde Serao. Il volume Italian Women Writers, 1800-2000: Boundaries, Borders, and Transgression (Fairleigh Dickinson University Press, 2014) è tra le sue più recenti pubblicazioni.

IL POLIGRAFO casa editrice

via Cassan, 34 (piazza Eremitani)
35121 Padova
tel 049 8360887
fax 049 8360864
casaeditrice@poligrafo.it
P.IVA 01372780286

© 2018 IL POLIGRAFO casa editrice