Hestia

come sopravvivere alla fine del mondo (o quantomeno del proprio)

prefazione di Diego Cugia

Hai vent’anni e una vita davanti. Studi filosofia, sogni il tuo futuro, hai la testa piena di progetti, idee, desideri. Poi, di colpo, tutto si ferma. Il tuo sangue ha deciso di abbandonarti. Lo scopri per caso, un giorno che hai deciso di andare a donarlo. Ma è grazie a questo caso che sei ancora vivo. Debole, ma vivo. Aplasia midollare idiopatica, la chiamano: è una malattia degenerativa del midollo osseo. I medici ti danno dieci anni di vita, a meno di non trovare un donatore compatibile. Una possibilità su 100.000. Disteso sul tuo letto d’ospedale, ogni gesto è difficile, anche solo aprire gli occhi la mattina. Nessuno avrebbe da ridire se ti lasciassi andare. Ma tu cosa fai? Scrivi. Scrivi, fino a farti venire i lividi alle braccia. Scrivi, per far sapere a tutti che il mondo si è rotto. Scrivi, perché hai sempre pensato che i problemi si possono risolvere solo affrontandoli. Scrivi, perché sei disperatamente convinto che se ognuno facesse la sua parte, anche piccola, il mondo si potrebbe aggiustare. A metà tra il diario e il saggio filosofico – con una scrittura diretta e spesso ironica, ma mai superficiale –, questo secondo libro di Giovanni Spitale è un invito all’azione, un’azione concreta, non velleitaria, che ci ricordi come l’umanità non sarà perduta finché non avremo perduto la nostra umanità.

Giovanni Spitale è laureato in Filosofia. Nel 2009 scopre di essere affetto da una grave malattia ematologica che riduce drasticamente la sua aspettativa di vita. È un momento cruciale, che definisce un prima e un dopo: la curiosità e l’interesse intellettuale si focalizzano sull’etica e la bioetica. Da questa svolta nascono numerose attività e collaborazioni mirate a elaborare e diffondere una filosofia ben costruita e al contempo comunicabile a un pubblico generalista. Nel 2012 ha preso parte alla realizzazione del libro-film Il turno di notte lo fanno le stelle, scritto da Erri de Luca e diretto da Edoardo Ponti; nel 2015 ha pubblicato, per la casa editrice Il Poligrafo, Il dono nelle donazioni. Una prospettiva bioetica, monografia sulle donazioni anatomiche. Nel 2016 è stato invitato a tenere il talk “Silenzio!” a TEDx Trento. Dal 2017 è Visiting Research Fellow in Medical Ethics presso la Ruhr Universität Bochum, in Germania.

eventi / presentazioni »

non ci sono prossimi eventi associati alla pubblicazione

IL POLIGRAFO
casa editrice

via Cassan, 34 (piazza Eremitani)
35121 Padova
tel 049 8360887
fax 049 8360864
casaeditrice@poligrafo.it
P.IVA 01372780286

© 2017 IL POLIGRAFO casa editrice

Credits