Interrogare la sfinge

Immagini di Platone in Nietzsche (1881-1887)

Il ruolo di Platone è importante nella formazione del giovane Nietzsche, che dedica una robusta attenzione filologica al filosofo greco, definendo la sua prima filosofia come un “platonismo rovesciato”. Ma come si rapporta Nietzsche a Platone nel corso di quella che è forse la sua più intensa stagione creativa, gli anni ottanta del XIX secolo? È ancora il filosofo con cui misurarsi o è ormai solo un obiettivo polemico? E la lotta con lui non è forse il riflesso del più radicale combattimento con il cristianesimo?
Nel volume vengono riprese e messe a confronto le diverse immagini di Platone presenti negli scritti di Nietzsche, in un periodo decisivo come quello compreso tra il 1881 e il 1887: annotazioni, rimandi espliciti o sottotraccia, discussioni a distanza che configurano un campo di significati tanto ricco quanto difficilmente riconducibile a unità.
Le immagini nietzschiane rinviano così all’idea del platonismo cristiano-schopenhaueriano, deformato fino alla caricatura, ma sembrano anche cercare un Platone “altro” nel profilo biografico come nelle pagine dei Dialoghi. Nietzsche si trova a giocare la figura di Platone in due direzioni opposte, quasi a dar corpo ai due fuochi di un’ellisse: come avversario e modello nascosto, assieme “sano” e “malato”, uomo completo e molteplice, amico e nemico.

Francesco Ghedini insegna filosofia nei Licei e all’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Padova. Tra i suoi studi dedicati a Nietzsche, le monografie Esperienza del nulla e negazioni di Dio. Interpretazioni dell’ateismo in Nietzsche (Padova 1988) e Il Platone di Nietzsche. Genesi e motivi di un simbolo controverso (1864-1879) (Napoli 1999, vincitore della VI edizione - 2000 del Premio nazionale “B. Croce” per la saggistica filosofica).

IL POLIGRAFO
casa editrice

via Cassan, 34 (piazza Eremitani)
35121 Padova
tel 049 8360887
fax 049 8360864
casaeditrice@poligrafo.it
P.IVA 01372780286

© 2017 IL POLIGRAFO casa editrice

Credits