La galassia sommersa

Suggestioni sulla scrittura femminile italiana

La scrittura femminile ha saputo offrire nel corso della storia una produzione molto ampia di testi, un patrimonio di voci e di tracce spesso dimenticate e perfino sconosciute anche nel panorama della letteratura italiana. Riscoprire criticamente questi testi – romanzi, racconti, biografie, ma anche diari, reportage e libri di viaggio, pamphlet, saggi critici – equivale oggi a scorrere una lunga sequenza di opere di singolare bellezza e intensità, in cui è racchiusa l’irriducibile originalità dello sguardo femminile – nello stile della narrazione, nella scelta dei temi, nel modo di penetrare la “grande” storia e gli aspetti più intimi e privati dell’esistenza umana, ma soprattutto nella capacità di aderire al senso profondo della vita e delle cose.

Antonia Arslan è stata professoressa di Letteratura italiana moderna e contemporanea all’Università di Padova. È Distinguished Visiting Professor alla Fordham University di New York e tiene seminari e conferenze in molte università europee e statunitensi. Ha pubblicato numerosi libri e saggi, recensioni, traduzioni e articoli su riviste. Si è occupata di letteratura veneta, di letteratura popolare e d’appendice ottocentesca (Dame, droga e galline, 1977 e 1986), di poesia e narrativa contemporanea, di autori del “fantastico”. Ha curato la pubblicazione di diversi carteggi, tra cui quelli di Neera. Attualmente continua la sua ricerca prevalentemente nell’ambito della scrittura femminile tra Otto e Novecento (Dame, galline e regine. La scrittura femminile italiana fra ’800 e ’900) e in quello delle traduzioni di testi di cultura armena, storici (tra cui i fondamentali Storia degli Armeni e Storia del genocidio degli Armeni) e poetici (importante la prima traduzione italiana del poeta Daniel Varujan, Il canto del Pane e Mari di Grano). Nel 2004 è uscito per Rizzoli il suo primo romanzo, La Masseria delle Allodole (Premio Selezione Campiello, Premio PEN Club 2005).
Saveria Chemotti insegna Letteratura italiana di genere e delle donne all’Università di Padova. Ha pubblicato saggi su Foscolo, sul Romanticismo italiano ed europeo, sulla narrativa del primo Novecento, su Antonio Gramsci, Tonino Guerra, Giuseppe Berto, su numerosi altri autori e temi otto-novecenteschi, sulla letteratura delle donne. Tra i suoi numerosi scritti, per le edizioni Il Poligrafo ha pubblicato: La terra in tasca. Esperienze di scrittura nel Veneto contemporaneo (2003); L’inchiostro bianco. Madri e figlie nella narrativa italiana contemporanea (2009); Lo specchio infranto. La relazione tra padre e figlia in alcune scrittrici italiane contemporanee (2010); A piè di pagina. Saggi di letteratura italiana (2012); ha inoltre curato la riedizione di Vigilie (1914-1918) di Antonietta Giacomelli (2014). Nel 2014 ha esordito come narratrice con La passione di una figlia ingrata (L’Iguana).

IL POLIGRAFO casa editrice

via Cassan, 34 (piazza Eremitani)
35121 Padova
tel 049 8360887
fax 049 8360864
casaeditrice@poligrafo.it
P.IVA 01372780286

© 2018 IL POLIGRAFO casa editrice