Linguaggi dell’esperienza femminile

Disturbi alimentari, donne e scrittura
dall’Unità al miracolo economico

Anoressia, bulimia, disturbo da alimentazione incontrollata. Malattie psichiatriche o forme di ribellione ai modelli femminili tradizionali? Ben prima che nella seconda metà del Novecento si individuasse lo stretto legame tra queste patologie e il contesto sociale, la narrativa femminile italiana ha saputo cogliere il significato metaforico del cibo e del corpo proprio in concomitanza con la messa in discussione del ruolo della donna nella società.
Francesca Calamita analizza le rappresentazioni dei disturbi alimentari e del rapporto anomalo con il cibo vissuto dai personaggi femminili dei romanzi di alcune scrittrici italiane come Neera (1848-1918), Sibilla Aleramo (1876-1960), Wanda Bontà (1902-1986), Paola Masino (1908-1989) e Natalia Ginzburg (1916-1991), decodificando il complesso linguaggio dell’alimentazione e del corpo e conducendo il lettore o la lettrice in un percorso che dalla fine dell’Ottocento – periodo in cui la medicina scopre il fenomeno dell’anoressia – si estende al secondo dopoguerra. Attraverso la lente di una poco battuta prospettiva di genere, l’autrice svela come dietro quegli atteggiamenti che comunemente venivano ricondotti alla nevrosi si celasse in realtà la rivendicazione di un ruolo diverso della donna nella famiglia, nella comunità, nel mondo.

Francesca Calamita insegna lingua, cultura e letteratura italiana presso la University of Virginia. Si occupa di scrittura femminile, in particolare della rappresentazione dei disturbi alimentari nella narrativa italiana moderna e contemporanea, di studi di genere e Food Studies. Ha conseguito il PhD presso la Victoria University of Wellington, dove ha insegnato Lingua italiana e Studi europei. È stata Visiting Fellow presso il Centre for the Studies of Contemporary Women’s Writing, Institite of Modern Languages Research, University of London. I suoi saggi e le sue recensioni sono stati pubblicati in numerose riviste accademiche tra cui «gender/sexuality/italy», «altrelettere», «Quaderni d’Italianistica» e «Journal of Modern Italian Studies». Per la collana “Studies in Contemporary Women’s Writing - Peter Lang” sta curando il volume Starvation, Food Obsession and Identity: Eating Disorders in post-1968 Women’s Writing.

IL POLIGRAFO
casa editrice

via Cassan, 34 (piazza Eremitani)
35121 Padova
tel 049 8360887
fax 049 8360864
casaeditrice@poligrafo.it
P.IVA 01372780286

© 2017 IL POLIGRAFO casa editrice

Credits