Paolo Zermani Architettura

La luce del sacro

Protagonista dell’attuale scena architettonica internazionale, Paolo Zermani pone al centro della propria ricerca il rapporto tra spiritualità e paesaggio. Collocandosi all’interno della plurisecolare tradizione italiana dell’architettura sacra, i progetti qui presentati – tra i quali Cappella sul mare a Malta (1989), la Chiesa di San Giovanni a Perugia (1997-2006), la Cappella-museo della Madonna del parto di Piero della Francesca a Monterchi (Arezzo, 2000-2015), la riforma architettonica della Basilica di Sant’Andrea a Mantova (2016) – rivelano la sensibilità dell’architetto che, nell’ambito di una rilettura identitaria della quotidianità, riflette sulle connessioni tra edificio di culto e paesaggio. La valenza degli aspetti spirituali dell’architettura può essere considerata come il punto di partenza da cui matura una rilettura sacrale della natura, dell’ambiente costruito e dei luoghi. Forma, luce e simbolo sono gli elementi chiave di un’architettura sacra atemporale, che perde ogni legame con il contingente per rimanere segno, per consentire l’accesso alla contemplazione del Mistero, perché – afferma Zermani – “la nozione di spiritualità, sfuggendo ai confini della liturgia, ha oltrepassato i limiti del perimetro murario dell’edificio per rendersi itinerante e affrancarsi dalla necessità di un luogo deputato”.

IL POLIGRAFO
casa editrice

via Cassan, 34 (piazza Eremitani)
35121 Padova
tel 049 8360887
fax 049 8360864
casaeditrice@poligrafo.it
P.IVA 01372780286

© 2017 IL POLIGRAFO casa editrice

Credits