Taccuini

prefazione di Gian Mario Villalta

I Taccuini di Marta Celio raccolgono riflessioni notturne, frammenti, prose poetiche che ruotano intorno al tema della mutazione e restituiscono i momenti e le stagioni di un itinerario esistenziale sofferto, lacerato, ma anche consapevole e aperto alla speranza. Scrive il poeta Gian Mario Villalta nella sua prefazione: «Esitante, esile, lontana da qualsiasi convenzionale sapienza compositiva, la scrittura procede, in queste pagine, a cucire e scucire gli orli di un margine che non tiene, perché non deve giustificare il suo ordine al cospetto di un tornaconto metaforico, ma chiede di essere acccolto come testimonianza. È il margine del poetico, dell’invenzione obbligata di “figure”, al cospetto della necessità di un’espressione nuda, nella quale l’indicibile diventa una frase troppo semplice, ma proprio per questo inaudito».

Marta Celio è nata nella Svizzera romancia nel 1976 e vive a Padova, dove si è laureata in Filosofia teoretica con una tesi sul concetto di vita e responsabilità in Hans Jonas.

IL POLIGRAFO
casa editrice

via Cassan, 34 (piazza Eremitani)
35121 Padova
tel 049 8360887
fax 049 8360864
casaeditrice@poligrafo.it
P.IVA 01372780286

© 2017 IL POLIGRAFO casa editrice

Credits