Attualità di Galileo Galilei nella vita scientifica di oggi e di domani

Rapporti con la Chiesa e con gli scienziati europei

scritti di Francesco Angrilli, Claudio Bellinati, Francesco Bertola,
Antonio Daniele, Remigio Presenti, William Shea

Dopo essere stato lettore di matematica allo Studio di Pisa, Galileo Galilei si stabilisce a Padova nel 1592, diventando professore presso l’Università patavina, crocevia fondamentale per la cultura europea del tempo: il 7 dicembre di quell’anno tiene, nella sede del Bo, la lezione inaugurale del suo corso di “matematiche”. Sarà proprio a Padova che Galileo trascorrerà quelli che vorrà ricordare come “li diciotto migliori anni” della sua esistenza, durante i quali egli diventerà celebre in tutta Europa per le sue scoperte, ponendo le basi del metodo scientifico moderno fondato su elementi quali osservazione, ipotesi ed esperimento. Del 1609 è la scoperta della superficie lunare, della via Lattea, delle nebulose e dei quattro satelliti di Giove, grazie al cannocchiale costruito nel suo laboratorio, con una enorme risonanza nel dibattito intellettuale del periodo. Esattamente a quattro secoli di distanza da quelle osservazioni celesti, nell’Anno internazionale dell’astronomia proclamato dall’Onu, i saggi raccolti in questo volume esplorano i diversi aspetti legati alla poliedrica, affascinante figura di Galileo, iniziatore della scienza sperimentale, ma anche uomo di pensiero e “prototipo del ricercatore moderno”.

IL POLIGRAFO casa editrice

via Cassan, 34 (piazza Eremitani)
35121 Padova
tel 049 8360887
fax 049 8360864
casaeditrice@poligrafo.it
P.IVA 01372780286

© 2018 IL POLIGRAFO casa editrice