Dividua

Femminismo e cittadinanza

con letture di Elena Caruso Raciti e Antonia Cosentino Leone

Da due parole – femminismo e citadinanza – in apparenza distanti almeno due secoli, nasce una parola nuova “Dividua”, l’Altra dell’Individuo, da oggi e per sempre soggetti riconoscibili nella loro reciproca differenza, insieme per un nuovo patto civile, che sia uguale, differente, diverso. Questo pensa Emma Baeri Parisi, femminista sin dale origini, e storica femminista, che lega in questo libro scritti suoi diversi, dalla fine degli anni Novanta a oggi, con un filo che è anche il suo rovello: il nesso, e l’attrito necessario, tra emancipazione e liberazione, tra diritti e libertà femminile. E lo fa con una pluralità espressiva che vuole segnare sin nella forma il taglio femminista: poesia e prosa, racconto e diario dicono dei contesti emotivi, culturali, amicali che hanno accompagnato la nascita di un pensiero etimologicamente trasgressivo, che ha la pretesa di fare un passo oltre, oltre il senso comune della politica, della storia, e delle parole ereditate che ancora le raccontano. Alla fine, una scommessa affettuosamente azzardata: l’autrice chiede a due giovani donne diversamente femministe, Elena Caruso Raciti e Antonio Cosentino Leone: «Di questo, voi, cosa ne pensate?».

Emma Baeri Parisi è stata ricercatrice di Storia moderna all’Università di Catania. Diritti, cittadinanza, archivi sono le parole chiave del suo percorso di ricerca. Negli anni Ottanta si impegna assieme ad altre donne alla gestazione e alla nascita della Società italiana delle Storiche. Oggi si dedica a nuovi gruppi femministi, godendo del dialogo con le nuove generazioni. Tra le sue pubblicazioni: I Lumi e il cerchio. Una esercitazione di storia (Editori Riuniti, 1992; Rubbettino, 2008); Riguardarsi. Manifesti del movimento politico delle donne in Italia, a cura di Emma Baeri e Annarita Buttafuoco (Protagon Editori Toscani, 1997); Noi, utopia delle donne di ieri, memoria delle donne di domani, in Inventari della memoria, a cura di Emma Baeri e Sara Fichera (FrancoAngeli, 2001); Cerniere di cittadinanza. Il protagonismo femminile degli anni Settanta, in Una democrazia incompiuta. Donne e politica in Italia dall’Ottocento ai nostri giorni, a cura di Nadia Maria Filippini e Anna Scattigno (FrancoAngeli, 2007); Isola mobile (nipoti, gatti, scritti) (Giuseppe Maimone Editore, 2012).

eventi / presentazioni »

non ci sono prossimi eventi associati alla pubblicazione

IL POLIGRAFO
casa editrice

via Cassan, 34 (piazza Eremitani)
35121 Padova
tel 049 8360887
fax 049 8360864
casaeditrice@poligrafo.it
P.IVA 01372780286

© 2017 IL POLIGRAFO casa editrice

Credits