Per una Architettura della Costruzione

a cura di

Qual è lo stato attuale della cultura architettonica in Italia? Come si progetta e come si costruisce? Quali sono i rapporti tra architettura e ingegneria? L’avvio dell’indirizzo Architettura-Costruzione nell’Università Iuav di Venezia si proponeva di innovare una tradizione consolidata della scuola di architettura italiana, ponendo le basi di una formazione al progetto che fosse capace di riconquistare alle ragioni della forma architettonica le acquisizioni dell’innovazione tecnico-scientifica e i vincoli della necessità civile, in un quadro di compatibilità realistica tra risorse e obiettivi. Dal 2005 ad oggi, l’indirizzo Architettura-Costruzione dello Iuav ha definito la funzione del progetto come restituzione in opere-manufatti di domande-bisogni civili, tra immaginario e necessità: un tipo di impostazione che ha voluto abbracciare i saperi della forma e i saperi della costruzione nella loro continua interazione, dalla concezione dell’opera alla sua definizione esecutiva, tra cultura e competenze.
La cultura del progetto non può attualmente prescindere dalla domanda di architettura come qualità diffusa degli insediamenti civili. I lavori e le tesi presentati in queste pagine esprimono il tentativo di affrontare il tema della progettazione architettonica dal punto di vista privilegiato della costruzione: la progettazione è dunque concepita come opera essenzialmente collettiva, in cui sono chiamati a convergere una pluralità di saperi complessi e la collaborazione dinamica di figure differenziate, nella ricerca di un equilibrio ottimale tra le diverse forze in campo.

Per Antonio Val (Venezia 1955) si laurea nel 1980 a Venezia (IUAV); lavora presso lo studio Gregotti associati di Venezia (1980-1983). Dal 1981al 1999 ha svolto attività didattiche e di ricerca presso lo Iuav; dal 2000 insegna Progettazione Architettonica presso il Politecnico di Milano. Ha partecipato come docente a seminari e corsi intensivi in Italia e in varie università europee. Dal 1981 svolge attività professionale autonoma; fra i lavori realizzati, pubblicati ed esposti in mostre allestite in Italia e in Europa: Ristrutturazione di casa colonica («d’Architettura», 6, 1992, pp. 6-13); Stabilimento chimico Impa («Casabella», 612, maggio 1994); Casa in un pianoro («Almanacco di Casabella». Giovani architetti italiani, 1999-2000); Novanta alloggi di edilizia convenzionata («Almanacco di Casabella», Giovani architetti italiani, 2000-2001).

IL POLIGRAFO casa editrice

via Cassan, 34 (piazza Eremitani)
35121 Padova
tel 049 8360887
fax 049 8360864
casaeditrice@poligrafo.it
P.IVA 01372780286

© 2019 IL POLIGRAFO casa editrice