Anfione e Zeto.
Rivista di architettura e arti, 28, 2018

Zaha Hadid Architects

MAXXI

Tema: innovazione

Che cosa significa innovazione in architettura? Da sempre progettare comporta “stare al passo con i tempi”, secondo un comune pensare, in dialogo, tuttavia, con i luoghi e le loro sedimentazioni, perché l’architettura è organizzazione e forma dei luoghi per l’uomo e tutto ciò che si allontana da questa finalità, sia pure di qualità, non è architettura.
Se però l’innovazione messa in atto per le strutture urbane con importanti presenze di architetture costruite in varie epoche storiche è un modo di “percepire il passato che fa presa sul futuro”, la memoria ha un ruolo dominante in questo processo in cui il presente è unicamente passaggio rapido tra passato e futuro. Che cos’è dunque memoria oggi e in che modo interagisce con i continui processi di innovazione in corso?
Questi sono i maggiori interrogativi posti dal volume, che approfondisce la figura e il ruolo di Zaha Hadid e il suo progetto per il MAXXI, il Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma.  Il MAXXI è una fondazione costituita dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali (Ministro Sandro Bondi) e presieduta da Pio Baldi. È il primo museo nazionale dedicato alla creatività contemporanea pensato come un luogo pluridisciplinare destinato alla sperimentazione e all’innovazione nel campo delle arti e dell’architettura. Il complesso architettonico si integra nel tessuto della città e costituisce un nuovo spazio urbano aperto, articolato e “permeabile” al passaggio, con forme innovative e spettacolari. Un percorso pedonale esterno segue la sagoma dell’edificio, scivola sotto i volumi in aggetto e si apre in una grande piazza che, ripristinando un collegamento urbano interrotto per quasi un secolo dal precedente impianto militare, offre ai visitatori un luogo di sosta e di svago. All’interno una grande hall a tutta altezza conduce ai servizi di accoglienza, alla caffetteria e al bookshop, all’auditorium e alle gallerie destinate a ospitare a rotazione le collezioni permanenti dei due musei, le mostre e gli eventi culturali.

IL POLIGRAFO
casa editrice

via Cassan, 34 (piazza Eremitani)
35121 Padova
tel 049 8360887
fax 049 8360864
casaeditrice@poligrafo.it
P.IVA 01372780286

© 2017 IL POLIGRAFO casa editrice

Credits