Anfione e Zeto.
Rivista di architettura e arti, 27, 2017

Oma Office for Metropolitan Architecture

Fondazione Prada

Tema: contaminazioni

Lo studio di progettazione OMA (Office for Metropolitan Architecture), fondato da Rem Koolhaas nel 1976, ha oggi al suo attivo più di 250 progetti in tutto il mondo, con più di duecento collaboratori distribuiti in quattro sedi diverse (Rotterdam, New York, Hong Kong, Pekino). Koolhaas ha tracciato e continua a tracciare in tutto il mondo una strada nuova, radicalmente innovativa. Non esita ad applicare sperimentazioni azzardate sia sul piano tecnico che formale. Da grande eclettico mostra però di farsi “contagiare” dai luoghi che ogni volta “riorganizza”, mostrando contemporaneamente grande interesse per le sedimentazioni e le emergenze. Koolhaas produce “contaminando” e si fa “contaminare” usando teorizzazioni e costruzioni, parole e immagini, azzardando ipotesi di strutture insediative che prefigurano futuri possibili e/o reali e denunciando incongruenze e abusi all’interno delle molteplici gestioni degli sviluppi dell’edificazione urbana.
La nuova sede della Fondazione Prada a Milano, a cui questo numero di «Anfione e Zeto» è dedicato, si sviluppa in un ex complesso industriale, caratterizzato però da un’eccezionale pluralità di ambienti. Questo repertorio è stato integrato da tre nuove costruzioni – un’ampia struttura espositiva, una torre e un cinema – in modo tale che la Fondazione si presenti come una collezione di spazi architettonici originale quanto la sua proposta artistica. Il progetto della Fondazione Prada non è un’opera di conservazione e nemmeno l’ideazione di una nuova architettura. Queste due dimensioni coesistono, pur rimanendo distinte, e si confrontano reciprocamente in un processo di continua interazione, quasi fossero frammenti destinati a non formare mai un’immagine unica e definita. Vecchio e nuovo, orizzontale e verticale, ampio e stretto, bianco e nero, aperto e chiuso: questi contrasti stabiliscono la varietà di opposizioni che descrive la natura della nuova Fondazione.

IL POLIGRAFO casa editrice

via Cassan, 34 (piazza Eremitani)
35121 Padova
tel 049 8360887
fax 049 8360864
casaeditrice@poligrafo.it
P.IVA 01372780286

© 2018 IL POLIGRAFO casa editrice