Scienza e carità

Accompagnare il morente in ambito geriatrico

Avvicinarsi alla morte, al confine estremo della vita, è esperienza per tutti travagliata e difficile. E lo è ancor di più se si è costretti in un letto, come molti anziani, posti di fronte al tempo che, inesorabile nel suo scorrere, fa affiorare alla mente i ricordi di una vita trascorsa tra affetti e sofferenze, alla ricerca di un senso che sembra svanire, quando lo si interroga. Prepararsi alla morte non è un percorso facile, né lo è seguire e accompagnare chi vi si approssima, cercando di accettare ciò che non può essere compreso.
Al di là del dramma delle morti violente e inattese, la nostra società deve misurarsi anche con le esperienze del morire lento di molti anziani, lontani per volontà o bisogno dalla propria casa e dai propri affetti. L’allungamento della durata della vita e numerose altre condizioni hanno, oggi, incrementato il ricovero in strutture ospedaliere parallele, come le Case di Riposo, divenute da pochi anni una realtà estremamente diffusa.
Il volume racconta – a partire dalle esperienze maturate dalle autrici nella Casa di Riposo di Isola Vicentina – del desiderio e del bisogno degli anziani di parlare della morte per non sentirsi soli. E racconta inoltre gli sforzi perseguiti dagli operatori per migliorare la qualità del morire, suggerendo strumenti di lavoro basati sul sentimento del rispetto e della carità, nel tentativo di offrire una “casa” dove la cura sia attenta alle valenze emotive della morte.
Nata da un progetto di formazione del personale, per garantire agli anziani un’assistenza di qualità, la riflessione delle autrici è rivolta non solo agli operatori del settore, ma anche a quanti vogliono misurarsi con una delle questioni più delicate e profonde del pensiero umano e della vita.
La prima parte del volume illustra il percorso formativo e operativo del progetto di assistenza del morente. Vengono offerti strumenti di lavoro specifici e illustrate alcune esperienze concrete. Nella seconda parte, attraverso una rilettura delle opere di alcuni sociologi, antropologi e scrittori (George Simmel, Sabino Acquaviva, Robert Hertz, Ernesto De Martino, Elias Canetti), si indagano i modi e le figure attraverso cui il morire si presenta nell’esperienza umana, individuale e collettiva.

Evelina Bianchi, laureata in Medicina, ha sempre lavorato in Ospedali pubblici in reparti di Geriatria, prima a Padova e poi a Vicenza, dove lavora tuttora. Dal 1991 vanta diverse esperienze di medicina geriatrica territoriale: come consulente di un progetto di deospedalizzazione di pazienti in un Ospedale psichiatrico, come medico coordinatore di numerose Case di Riposo nel Vicentino, come geriatra territoriale, come geriatra in una struttura per lungodegenza. Da anni si occupa della patologia psico-geriatrica (depressione e demenza). Attualmente segue il progetto CRONOS (diagnostica e terapia della demenza secondo il progetto ministeriale). Con la Casa di Risposo di Isola Vicentina è nato e si è realizzato il progetto di assistenza al morente nell’ambito istituzionale.

Giuliana Fabris, laureata in Psicologia, psicoterapeuta, gruppoanalista, socia ASVEGRA (Associazione confederata COIRAG per la ricerca e la formazione in psicoterapia di gruppo e analisi istituzionale), ha lavorato in ambiti pubblici e privati convenzionati. Attualmente opera come libera professionista e come consulente presso la Casa di Riposo di Isola Vicentina (Vicenza), dove si è attuato il progetto di assistenza al morente. Con Evelina Bianchi collabora al progetto CRONOS presso l’Ospedale di Vicenza. Nell’ambito del percorso professionale si è occupata spesso di “situazioni di vita al limite”. Ha lavorato in una comunità terapeutica per giovani sottoposti a regime giudiziario, con problematiche di grave disagio sociale, tossicodipendenza e violenza anche estrema; con soggetti sieropositivi e affetti da Aids; con casi di interruzione volontaria di gravidanza.

IL POLIGRAFO casa editrice

via Cassan, 34 (piazza Eremitani)
35121 Padova
tel 049 8360887
fax 049 8360864
casaeditrice@poligrafo.it
P.IVA 01372780286

© 2019 IL POLIGRAFO casa editrice