Il gene del crimine

Il ritorno del modello biologico-genetico
del comportamento criminale

presentazione di Pietro Basso

Cosa scatena la pulsione verso il crimine? Una predisposizione innata o la distorsione della società? Le spiegazioni eziologiche della criminalità si sono concentrate attorno a questi due poli, apparentemente opposti: natura e cultura.
Inquietante è il ritorno, oggi, delle cosiddette teorie biologico-genetiche, che propongono un modello deterministico entro cui la delinquenza è interpretata come fenomeno strettamente individuale. Il comportamento criminale viene attribuito alla presenza, nell’uomo, di caratteristiche fisiologiche innate. Tali spiegazioni esonerano la società dal confronto con le sue responsabilità, incentivando politiche repressive ed eugenetiche. Il volume fornisce spunti e strumenti utili alla comprensione e alla prevenzione.

Sabina Marcuzzo ha frequentato il Corso di Diploma Universitario in Servizio Sociale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Venezia e attualmente lavora come assistente sociale nell’Ambito socio-assistenziale di Maniago (Pordenone).

IL POLIGRAFO casa editrice

via Cassan, 34 (piazza Eremitani)
35121 Padova
tel 049 8360887
fax 049 8360864
casaeditrice@poligrafo.it
P.IVA 01372780286

© 2020 IL POLIGRAFO casa editrice