Il gioco delle facoltà in Friedrich Schiller

Bildung e creatività

presentazione di Umberto Margiotta

Schiller non è certo un pensatore sistematico, eppure una lettura complessiva della sua produzione saggistica, elaborata tra il 1865 e il 1795, rivela un carattere unitario e una coerenza di pensiero che nascono dalla forza aggregante di un’unica idea cardine, quella del gioco delle facoltà, in cui l’umanità autentica dell’uomo si manifesta. L’ideale dell’“uomo totale”, alla cui teorizzazione contribuirono la passione per la grecità e l’ammirazione per un modello umano esemplare, quello di Goethe, rappresenta infatti il punto di partenza e quello di arrivo di tutto il pensiero di Schiller.
In questo, come mostra Letizia Michielon nel presente saggio, assume rilevanza particolare la valorizzazione della sensibilità e della corporeità, che non si riduce, però, a una mera esaltazione dell’impulso sensibile, ma mira, al contrario, a una educazione di tale istinto e a una sua integrazione con quello intellettuale mediante l’azione unificante della bellezza. L’incontro con l’opera kantiana, in particolare, permette al poeta di dare forma, grazie a un linguaggio filosofico più maturo, alle proprie originali ed eversive intuizioni, giungendo così alla teorizzazione di un nuovo impulso (quello del gioco), che assume certamente un valore utopico, ma rispetto a cui si concretizza la possibilità di un percorso che avvicini l’uomo a tale situazione ideale: prende così corpo l’idea dell’educazione estetica.

Letizia Michielon è dottoranda di ricerca in Pedagogia e Scienze dell’educazione presso l’Università di Padova. Nata a Venezia, ha compiuto i propri studi filosofici presso l’Università Ca’ Foscari, dove si è laureata sotto la guida di Umberto Margiotta. Parallelamente ha curato la propria formazione musicale con il maestro Eugenio Bagnoli, diplomandosi in pianoforte presso il Conservatorio di musica B. Marcello di Venezia. Vincitrice di numerosi concorsi nazionali e internazionali, svolge intensa attività concertistica, cui affianca gli studi di composizione e le collaborazioni giornalistiche come critico musicale.

eventi / presentazioni »

non ci sono prossimi eventi associati alla pubblicazione

IL POLIGRAFO casa editrice

via Cassan, 34 (piazza Eremitani)
35121 Padova
tel 049 8360887
fax 049 8360864
casaeditrice@poligrafo.it
P.IVA 01372780286

© 2020 IL POLIGRAFO casa editrice