A conti fatti

Avanguardie, marxismi, letteratura

È una raccolta di saggi di una ‘libera lancia’ intellettuale su questioni di letteratura, politica, storia delle idee: dalle avanguardie storiche (italiana, russo-sovietica, francese) all’interpretazione di alcune figure della storia letteraria italiana (da Manzoni a Ungaretti, da Serra a Debenedetti, Pasolini), oltre alla discussione sulla ‘nuova critica’ di Barthes. Poi c'è la resa dei conti con il marxismo, reale o ideologico, attraverso un autocritico congedo. Infine i conti fatti dall’Autore con se stesso, senza chiudersi nell’autodifesa e nell’autolegittimazione e senza epurare la memoria di ciò che si è stati.

Gianni Scalia, docente di Letteratura italiana presso l’Univesità di Siena, è stato tra i fondatori o redattori di alcune tra le più importanti riviste a partire dagli anni ’50. Autore di numerosi studi sulla letteratura contemporanea, dirige attualmente la rivista «In forma di parole». Tra i suoi saggi ricordiamo: Lacerba - La Voce (Einaudi), Letteratura, critica ideologia (Marsilio), Letteratura e società da Verri a de Sanctis (Cappelli), Signor capitale e signora letteratura (Dedalo), De Anarchia (Savelli), La mania della verità. Dialogo con P.P. Pasolini (Cappelli).

IL POLIGRAFO casa editrice

via Cassan, 34 (piazza Eremitani)
35121 Padova
tel 049 8360887
fax 049 8360864
casaeditrice@poligrafo.it
P.IVA 01372780286

© 2020 IL POLIGRAFO casa editrice