Per André Vauchez

I miracoli di Antonio il pellegrino da Padova (1267-1270)

trascrizioni di Marco Dorin
con una nota di Antonio Rigon

Il 30 gennaio 1267 moriva a Padova, presso il monastero di S. Maria di Porciglia, un giovane, Antonio, detto “il Pellegrino” perchè aveva girato i santuari di mezza Europa. Dopo tre giorni, cominciarono a verificarsi sulla sua tomba delle guarigioni miracolose: ce ne furono trentotto nei primi due mesi (immaginarsi la ressa di un’umanità dolente e disgraziata, attratta da quel corpo santo), undici nei tre anni successivi. Registrati in presa diretta da notai, i miracoli furono anche esposti in forma narrativa nelle due Vitae del beato. Il tutto è raccolto, in una maniera che non ha eguali nella documentazione medievale italiana, in un manoscritto conservato presso l’Archivio di Stato di Padova. Si forniscono qui, arricchite da molte riproduzioni, la descrizione dello straordinario dossier (già noto agli studiosi, ma tuttora meritevole di approfondimenti) e, per la prima volta, l’edizione completa delle attestazioni notarili dei quarantanove miracoli. Il libro è offerto dai medievisti dell’Università di Padova ad André Vauchez nel momento in cui egli lascia, per raggiunti limiti d’età, la direzione dell’École française de Rome, in segno di gratitudine per il contributo da lui dato alla storia dei fenomeni religiosi e allo sviluppo degli studi medievali in Italia.

IL POLIGRAFO casa editrice

via Cassan, 34 (piazza Eremitani)
35121 Padova
tel 049 8360887
fax 049 8360864
casaeditrice@poligrafo.it
P.IVA 01372780286

© 2019 IL POLIGRAFO casa editrice