Fenomeno, trascendenza, verità

Scritti in onore di Gianfranco Bosio

Nel variegato panorama della percezione della fenomenologia in Italia, il contributo di Gianfranco Bosio (Venezia, 1938) appare particolarmente significativo fin dai primi anni Sessanta. A partire dal saggio La fondazione della logica in Husserl (1966), la sua ricerca ha dialogato in profondità con autori impegnati su versanti differenti, ma sempre nel solco della fenomenologia, come Scheler e Heidegger, in opere quali L’idea dell’uomo e la filosofia nel pensiero di Max Scheler (1976) o La filosofia, Dio, l’uomo e il mondo nell’età della tecnica secondo il pensiero di Martin Heidegger (1977). L’originale approccio di Bosio è stato caratterizzato anche da un vivo interesse per i temi dell’antropologia filosofica, spesso sviluppato nel confronto con il dibattito contemporaneo sulla filosofia della mente, da Coscienza storica e problema dell’uomo (1974) fino al più recente Natura, mente e persona. La sfida dell’intelligenza artificiale (2006).
I contributi qui raccolti ripercorrono alcuni dei principali nodi che hanno contraddistinto l’itinerario teoretico di Gianfranco Bosio nel corso degli anni, soffermandosi su autori (Husserl, Heidegger, Scheler, Bergson e diversi altri) che hanno rappresentato un punto di riferimento essenziale all’interno di questo percorso, ma anche sulla definizione di nozioni come “trascendenza”, “intelligibilità”, “verità” e “veridicità”. Il volume contiene saggi di: F.-W. von Herrmann, B. Casper, F.L. Marcolungo, M.C. Barbetta, I. Sciuto, U. Regina, I.A. Bianchi, G. Erle, A. Moretto, E. Peruzzi, A. Camparsi, F. Chiereghin, A. Petterlini, R. Pozzo.

Ferdinando Luigi Marcolungo (Verona, 1949) è docente di Filosofia teoretica presso l’Università di Verona dal 1990, dopo essere stato in precedenza presso le Università di Padova e di Cassino. Tra le sue ricerche, gli studi dedicati alla gnoseologia pura di Giuseppe Zamboni, al razionalismo di Christian Wolff, al dibattito sulla “deellenizzazione” e al pensiero di Lévinas (Etica e metafisica in E. Lévinas, 1995). Tra i volumi più recenti da lui curati: L’etica di Romano Guardini. Una sfida per il post-moderno (2005); Libertà, identità, relazione (2005); Identità europea e libertà (2006).

IL POLIGRAFO casa editrice

via Cassan, 34 (piazza Eremitani)
35121 Padova
tel 049 8360887
fax 049 8360864
casaeditrice@poligrafo.it
P.IVA 01372780286

© 2019 IL POLIGRAFO casa editrice