Dottrina delle grandezze e filosofia trascendentale in Kant

La filosofia kantiana ritiene di essere in grado di dare una giustificazione filosofica della fondazione della matematica: un problema che è stato al centro del dibattito filosofico moderno. Kant dedica grande attenzione alla discussione riguardante l’infinito, un concetto che sollecitava allora un impegno filosofico per giustificarne l’uso.
Egli discute la dottrina elementare delle grandezze, i concetti relazionali e l’analisi superiore, arricchendo così la filosofia dei concetti relazionali moderni. Le grandezze infinitamente grandi e infinitamente piccole sono intese secondo una concezione attuale dell’infinito e svolgono un ruolo di rilievo nella filosofia di Kant. Infine l’Autore documenta l’impulso dato da Kant all’assiomatizzazione della matematica.

Antonio Moretto attualmente è professore di Filosofia teoretica presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Verona. È autore dei volumi Hegel e la matematica dell'infinito (Trento 1984). Questioni di filosofia della matematica nella "Scienza della logica" di Hegel (Trento 1988). Dottrina delle grandezze e filosofia trascendentale in Kant (Padova 1999). Ha curato il volume Scienza e conoscenza secondo Kant (Padova 2004). Ha pubblicato numerosi articoli in Italia e all'estero. con particolare riguardo al rapporto tra la filosofia e la scienza matematica e meccanica e all'idealismo tedesco.

IL POLIGRAFO casa editrice

via Cassan, 34 (piazza Eremitani)
35121 Padova
tel 049 8360887
fax 049 8360864
casaeditrice@poligrafo.it
P.IVA 01372780286

© 2019 IL POLIGRAFO casa editrice