La coscienza e il meccanesimo interiore

Francesco Bonatelli, Roberto Ardigò,
Giuseppe Zamboni

Il titolo del saggio riprende quello dell’opera omonima pubblicata da Francesco Bonatelli nel 1872 e idealmente contrapposta a La psicologia come scienza positiva di Roberto Ardigò, apparsa due anni prima, tracciando un percorso che affronta il rapporto tra il positivismo ardigoiano, lo “spiritualismo” di Bonatelli e la riflessione ottocentesca alla quale entrambi gli autori facevano riferimento: John Stuart Mill, Helmholtz, Herbart, Trendelenburg e Lotze. L’obiettivo finale che si propone l’analisi di questi aspetti è di riuscire a chiarire l’influenza che Ardigò e Bonatelli, capiscuola italiani di due indirizzi di pensiero relativi alla psicologia filosofica, ebbero rispetto alle posizioni del filosofo veronese Giuseppe Zamboni (1875-1950) e alla sua “gnoseologia pura elementare” – o “filosofia dell’esperienza immediata, elementare e integrale” – così da apprezzarne il valore e l’originalità nel dibattito filosofico del Novecento.

Davide Poggi (Mantova 1979) svolge attività di ricerca presso il Dipartimento di Filosofia dell’Università di Verona e si occupa di temi legati al problema della conoscenza. Di recente ha pubblicato il saggio L’Essay di Locke e la Psychologia empirica di Christian Wolff (in Christian Wolff tra psicologia empirica e psicologia razionale, a cura di F.L. Marcolungo, Hildesheim-New York, Olms, 2007).

IL POLIGRAFO casa editrice

via Cassan, 34 (piazza Eremitani)
35121 Padova
tel 049 8360887
fax 049 8360864
casaeditrice@poligrafo.it
P.IVA 01372780286

© 2019 IL POLIGRAFO casa editrice